LPS – IL SISTEMA DI LEAN PER IMPRESE DI COSTRUZIONI DI SUCCESSO CHE COS’È IL LAST PLANNER SYSTEM (LPS) E COME FUNZIONA IN AZIENDA

LPS – IL SISTEMA DI LEAN PER IMPRESE DI COSTRUZIONI DI SUCCESSO
CHE COS’È IL LAST PLANNER SYSTEM (LPS) E COME FUNZIONA IN AZIENDA

 

Per un’impresa di costruzioni, la consegna di un cantiere in ritardo, errori di costruzione e il mancato rispetto dei budget prestabiliti rappresentano un rischio elevatissimo che possono addirittura portare al fallimento dell’azienda o della Joint Venture.

Le cause di questi problemi sono note agli esperti del settore: ecco perché non stupisce che si sia sempre cercato un approccio strutturato per ridurre questi rischi.

Fin dai primi anni 2000 gli studiosi Ballard e Howell hanno sfruttato i principi Lean per codificare un nuovo modo di gestire cantieri di successo.

Il Last Planner System® ( il cui nome completo è Last Planner® System of Production Control) è un sistema olistico caratterizzante dei processi Lean, ottimo per coordinare e ottimizzare l’organizzazione di un progetto.

Si parla quindi di costruire una cooperazione efficace in azienda secondo criteri specifici e portando al massimo il livello di coinvolgimento, analisi e dedizione.

Affidarsi a un sistema olistico significa utilizzare tutte le sue componenti nell’ordine prestabilito; nel caso del LPS, è quindi importante non utilizzare le sue fasi singolarmente, ma seguire la mappa concettuale prestabilita.

 

 

Le 5 Fasi

Il sistema LPS si sviluppa in cinque fasi:

1. Creare un Master schedule (Dovere)

Si tratta di istituire il piano principale che farà da base per l’intero flusso di lavoro.

I dipartimenti aziendali e le eventuali terze parti coinvolte avranno quindi una falsa riga unica da seguire per costruire e realizzare il progetto da 0 a 100%.

In questa fase, si determinano anche i sotto-obiettivi da raggiungere in un determinato periodo di tempo e i dettagli per ogni mansione.

2. Creare una Phase Schedule (Potere)

Il secondo passo è schedulare le specifiche fasi di lavoro e assegnare i compiti ai vari dipartimenti, collaboratori esterni e manager.

E’ in questa fase che si raggiunge un’idea più precisa sulle tempistiche di completamento del progetto, poiché emergerà quanto tempo è necessario ad ogni elemento coinvolto per portare a termine i loro obiettivi.

3. Tenere una sessione di Preparazione del lavoro (Volere)

In questa fase ci si assicura che ogni partecipante abbia le risorse necessarie al completamento dei suoi compiti.

Si organizza una riunione dove si discutono eventuali rallentamenti o impedimenti e si dà il via allo svolgimento delle prime mansioni a medio termine (in genere con completamento entro quattro e sei settimane).

Alcune delle cause di impedimento più comuni possono essere le tempistiche di consegna di determinati materiali o la mancanza di macchinari dedicati: una parte del team si concentrerà quindi sul risolvere questo tipo di problematiche.

Questo è il modo migliore per evitare l’insorgere di imprevisti durante lo sviluppo del progetto.

4. Revisioni Settimanali (Fare)

Si tratta di riunirsi settimanalmente per assicurare l’allineamento del lavoro e il rispetto delle tempistiche.

Senza queste revisioni, si rischia di incorrere in sprechi di tempo e risorse, e di non riuscire a identificare eventuali errori o rallentamenti insorgenti.

5. Meeting Giornalieri di Apprendimento (Imparare)

La fase finale prevede l’accordo nello stabilire un meeting di fine giornata.

In questo modo, si riduce al massimo il numero di errori a breve termine e si tiene sotto controllo il completamento delle mansioni giornaliere.

Il perno attorno a cui ruota il sistema di costruzione di progetti Lean, infatti, è proprio lo sviluppare un’attenzione specifica sui dettagli, così da evitare accumuli di lavoro, imprevisti, o, nei casi peggiori, ostacoli che possano mettere seriamente a repentaglio il raggiungimento del risultato finale.

I vantaggi di introdurre LPS in azienda

In accordo con i valori di miglioramento continuo e ottimizzazione dei processi, l’implementazione di uno strumento Lean come LPS comporta diversi vantaggi pratici:

Un flow allineato

In un cantiere, sia che si tratti di grandi infrastrutture che di costruzioni più modeste, possiamo vedere coinvolte, oltre al General Contractor, anche moltissime squadre di lavoro appartenenti ad aziende diverse, oltre che una lunga lista di fornitori di materiali e strumenti necessari per il cantiere.

Il Last Planner System consente a tutti gli enti coinvolti di seguire una linea di lavoro unica, e di confrontarsi fra loro in modo allineato. Così, anche il piano di lavoro si sviluppa parallelamente alla realizzazione del progetto.

Aggiornamento costante e tempistiche perfette

Il leader del progetto manterrà la documentazione necessaria a garantire l’allineamento fra dipartimenti, assicurandosi che ci sia il tempo per intervenire su eventuali errori e per aggiornare tutte le parti coinvolte sui cambiamenti in corso.

In altre parole, parliamo di una comunicazione e di uno sviluppo estremamente omogenei.

Questo permette, inoltre, di avere sotto controllo lo stato di avanzamento del lavoro in modo aggiornato e realistico, senza false ipotesi.

Con l’implementazione del LPS, i clienti apprezzeranno la puntualità nel completamento di tutte le fasi del progetto!

Risultati statisticamente comprovati

Il metodo LPS genera, per sua natura, degli indicatori che mostrano:

⦁ La percentuale di completamento del piano e degli obiettivi
⦁ Le cause di errori e non avanzamento del progetto

Trasparenza e facile comprensione per tutti i dipartimenti

Oltre a una condivisione costante e allineata delle informazioni è compito dei Leader del progetto rendere chiaro il percorso che si sta seguendo, in modo da evitare incomprensioni fra i membri dei team partecipanti.

In questo senso, si evince che il LPS è un metodo collaborativo e costituito da un solido lavoro di gruppo; i membri partecipanti si riuniscono in sessioni di revisione e implementazione chiamate “Pull Session”.

Massimizzare l’efficacia del LPS: come utilizzarlo

Per avere successo nella realizzazione di un progetto usando questo sistema Lean, è importante tenere in considerazione 5 punti:

⦁ Ottenere il supporto dei vertici aziendali e management
⦁ Identificare e rendere partecipi i Leader riconosciuti in cantiere
⦁ Definire le strategie di alto livello, come sequenze di lavoro, produzione off-site, uso del 5S, strategia per il miglioramento continuo
⦁ Rendere noto alle persone coinvolte i principi Lean
⦁ Usare il LPS come strumento di comunicazione, trasferimento di conoscenze e miglioramento continuo

Se questi accorgimenti saranno rispettati, l’integrazione del metodo LPS darà risultati non solo soddisfacenti, ma stupefacenti.

The Lean Six Sigma Company Italia ti conduce lungo un percorso formativo preciso e funzionale: se vuoi scoprire come imparare ad usare il sistema LPS, contattaci qui.

 

André Pitì

VUOI SAPERNE DI PIU O HAI UNA DOMANDA?

Compila il form qui sotto per ottenere immediatamente la nostra guida ai corsi con tutte le informazioni che ti servono.

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.